Recensione di’La paura torna sempre’ da parte di Sole e luna blog.

Un titolo che già ci fa rabbrividire.

La paura dura un attimo, un secondo, quel secondo necessario a decidere di saltare, giù dal trampolino o dentro la verità sperando che sia soffice la superficie sotto di noi, che ci accolga, che ci faccia tirare un sospiro di sollievo. In “La paura torna sempre” questo sospiro non arriva mai, anzi, più ci si addentra nella storia più si comprende che è solo fatica sprecata, perdiamo altri sospiri, uno dopo l’altro. Ivan Tedesco si trova a indagare su omicidi camuffati da suicidi con una tecnica al limite della perfezione umana. Una cosa è certa: le vittime muoiono tutte per lo stesso motivo anche se le modalità sono del tutto differenti. La svolta arriverà solamente alla fine senza lasciar trapelare nulla in anticipo. Lo stile di scrittura è veloce, ritmato. Il movente e la motivazione intima del killer non vengono considerati per tutta la lunghezza della storia così come il suo passato, uno dei personaggi della storia esprime questa scelta dell’autrice con parole chiare e non fraintendibili, il che ci porta a scoprire solamente alla fine il profilo psicologico del killer che sconvolge Roma in modo così angosciante.

Recensione a cura di Domenica Lupia di ‘Sole luna blog’, sito letterario.

22 ottobre 2019.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...